Registrati per avere uno sconto extra del 3%!!

Vitamina C: alleata del sistema immunitario e nel trattamento del Covid

Vitamina C: alleata del sistema immunitario e nel trattamento del Covid

La vitamina C, conosciuta per le qualità antiossidanti, è un’alleata indispensabile per il sistema immunitario. La sua peculiarità, l’ha resa uno strumento importante nel trattamento del Covid. Farmasia ne esplica le ragioni e consiglia i prodotti più efficaci.

10/02/2022 18:26:00 | farmasia

Vitamina C e Covid: cosa li lega? Durante il periodo pandemico, sono circolate molte informazioni e, tra queste, quella che vede la vitamina C come strumento essenziale nella prevenzione e cura del Covid-19. La tesi trova riscontro nello studio condotto nel 2016 sulla polmonite virale H1N1, conosciuta come influenza suina, dove è stata dimostrata una più efficace risposta immunitaria. Da evidenziare, tuttavia, che le dosi somministrate erano superiori alle soglie giornaliere, con il rischio di comportare effetti collaterali. Seppure non vi siano dati inconfutabili, la vitamina C è implicata nella salute del sistema immunitario grazie alle sue proprietà antiossidanti, svolgendo funzioni di difesa contro gli agenti patogeni. Farmasia indica i prodotti migliori.

Cos’è la vitamina C e dove si trova

La vitamina C, o acido ascorbico, è un composto organico prodotto da molte piante e animali, ma non dall’uomo. Questo è dovuto all’assenza dell’enzima preposto alla sua produzione. Il micronutriente in questione è importante per la crescita di tessuti e cellule. Poiché, non può essere conservata nell’organismo, diviene fondamentale assumerla tramite l’alimentazione. È presente nella frutta, come arance, kiwi, limoni, e nella verdura, ad esempio nei peperoni, cavolfiori e spinaci.

Dopo essere stata assorbita, la vitamina C viene condotta dal sangue verso gli organi che la utilizzeranno. La quantità non impiegata, viene conservata in specifiche “riserve”: globuli rossi, muscoli, fegato e cervello.

 

Vitamina C e Covid: quale correlazione?

Come asserito, la vitamina C interviene in difesa del sistema immunitario, facilitando la migrazione di neutrofili e macrofagi laddove si trovano gli agenti patogeni. Agendo come antiossidante, elimina i dannosi radicali liberi.

Non esistono prove scientifiche che confermino una protezione da parte della vitamina C contro il Covid, ma per il benessere che apporta all’organismo, proprio in situazioni come quella causata dal Covid, è considerata un valido aiuto per la salute e il benessere del corpo.

 

Cosa fare quando la vitamina C non è sufficiente

Se l’apporto alimentare non garantisce una corretta quantità, è consigliabile assumere integratori alimentari. Di seguito riportiamo il migliore secondo Farmasia:

-       Genelife Gen-c30 Compresse: integratore alimentare a base di vitamina C. Contribuisce a mantenere una corretta funzione del sistema immunitario e del metabolismo energetico. Grazie alla vitamina C, GEN-C aumenta l’assorbimento del ferro. Inoltre, coadiuva a ridurre l’affaticamento e la stanchezza.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...