10%
di sconto extra se acquisti prima di

Registrati per avere uno sconto extra del 3%!!

Carenza di ferro: limportanza della vitamina C

Carenza di ferro: limportanza della vitamina C

La carenza di ferro una problematica abbastanza diffusa nella popolazione che, se non risolta, pu portare anche allanemia. Come intervenire? La vitamina C pu essere una soluzione vincente.

08/06/2022 10:55:00 | farmasia

Il ferro è un minerale che compone l’emoglobina, la molecola fondamentale per il trasporto dell’ossigeno nel sangue e che è contenuta all’interno dei globuli rossi. La sua carenza è abbastanza diffusa, ed è la causa principale dell’anemia, che in questo caso si chiama anemia sideropenica o anemia da carenza di ferro.

 

A cosa serve il ferro

Il ferro è un oligoelemento necessario per trasportare l’ossigeno e per la formazione del sangue nell’organismo. La sua carenza comporta una minore produzione di emoglobina, l’elemento necessario per trasportare l’ossigeno dai polmoni all’intero corpo. C’è di più: il ferro è fondamentale per mantenere in forze capelli, unghie e pelle.

 

Carenza di ferro: i sintomi e le cause

Secondo una stima del Ministero della salute circa il 30% della popolazione italiana soffre di anemia sideropenica, ovvero carenza di ferro. I sintomi di questo disturbo non sono immediatamente visibili, ma si manifestano nel tempo attraverso una sensazione di debolezza diffusa, pallore e, talvolta, perdita di capelli.

Le cause principali della carenza di ferro sono legate a una dieta con poco contenuto di ferro, a una perdita di sangue o a un fabbisogno aumentato a causa di eventi come la gravidanza o la regolare attività sportiva. Alcuni studi hanno anche evidenziato la correlazione tra anemia sideropenica e malattie cronice intestinali.

 

Quale dieta quando si è carenti di ferro?

Un consumo insufficiente di ferro attraverso la dieta può condurre a un’anemia per carenza di ferro. Questo succede, ad esempio, nelle persone con un regime vegano o vegetariano, o in individui che soffrono di anoressia.

In questo caso si consiglia un’alimentazione che combini alimenti di origine vegetale e animale notoriamente composti da elevata quantità di ferro. Tra gli alimenti vegetali segnaliamo i legumi, le lenticchie, gli spinaci e le barbabietole. Da non dimenticare alcuni frutti come noce di cocche, albicocche disidratate e more. Per quanto riguarda gli alimenti animali sono ottimali per ripristinare il giusto livello di ferro le carni di maiale e di cavallo, il fegato di manzo e le uova di gallina.

 

Vitamina C e ferro: cosa sapere

La vitamina C è un ottimo supporto per massimizzare l’assorbimento del ferro nell’intestino durante durante l’alimentazione. Per questo si consiglia di integrare nell’alimentazione vegetali come broccoli, cavoli, peperoni, fragole e arance e, se questo non è possibile, affidarsi a specifici integratori alimentari, come questo consigliato da Farmasia:

Thotale Vitamina C 60cpr Mast: integratore di vitamina C che contribuisce al mantenimento del normale sistema immunitario e favorisce l’assorbimento del ferro

Prefolic Ferro 30cpr: integratore alimentare a base di ferro (presente in tre differenti strati) e vitamina C.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...